Che profumo ha l'amore?

L'attrazione è una questione di naso, annusare per credere!

San Valentino è alle porte e, anche a chi non crede in questa ricorrenza, vogliamo lanciare una pillola olfattiva…perché ammettiamolo, San Valentino è l’occasione per parlare di amore! Beh, vi siete mai chiesti perché ci innamoriamo di qualcuno? O meglio, avete mai pensato che l’attrazione è questione di “fiuto”? Si, esatto! Tutti noi, inconsapevolmente, scegliamo il nostro partner a naso! Lo annusiamo. Tolstoj, in Guerra e Pace, racconta che il principe Pierre, ballando con Elena, fosse preso dal suo odore a tal punto di volerla al più presto sposare. Attraverso quel profumo Pierre comprese che non solo Elena poteva diventare sua moglie, ma doveva diventarlo, perché non era possibile altrimenti. Lo studioso Keverne nobilita la teoria del grande potere attrattivo e disorganizzante degli odori ormonali: «…si può arguire, invero, che la stimolazione o la provocazione da parte di sostanze odorose prodotte dalle femmine potrebbe essere disorganizzante per il nostro ordine sociale e forse ciò spiega perché ci sforziamo tanto per nascondere i nostri odori corporei…». L’amore è una scelta di naso quindi? Sembrerebbe proprio di si! Lo dimostra la profumeria che, nella creazione di essenze, cerca di ricreare il potenziale attrattivo dei feromoni. Nei composti messi in commercio si utilizza da moltissimo tempo l’essenza del muschio poiché, come suggerisce Ellis, è tra i profumi naturali quello che più si avvicina all’odore delle componenti sessuali.